Dopo quante rate di mutuo non pagate scatta il pignoramento?

Condividi e aiuta chi è in difficoltà

Nella guerra tra banche e imprenditori indebitati, la Cappa & Associati è la tua fortezza più sicura dove rifugiarti quando hai rate del mutuo non pagate e rischi il pignoramento della prima casa

Il compagno di sua madre lo ha convinto a figurare come titolare di un bar.

Marco aveva 19 anni.

Gli avevano spiegato che si trattava solo di “una formalità”. Di un modo per avere “benefici fiscali, senza rischi”.

L’attività è andata male.

E a casa di Marco sono cominciate ad arrivare per posta buste verdi.

Perché mi arrivano decreti ingiuntivi, avvisi di pignoramento, atti di precetto?

“Non sapevo nulla del bar, non capivo cosa mi stesse succedendo. Una cosa era chiara: avevo debiti per 110mila euro. E non avevo fatto nulla per meritarli.”

Per Marco è cominciato un incubo: prima il blocco della tessera bancomat, poi l’impossibilità di chiedere prestiti perché considerato a rischio dal sistema bancario perché cattivo pagatore date le segnalazioni in CRiF per le rate del mutuo non pagate.

A 19 anni, con una vita che doveva ancora iniziare a vivere, Marco era già morto finanziariamente.

Nessuna banca e nessun istituto di credito gli avrebbero mai concesso un mutuo per prendere la macchina, una moto, un appartamento.

Il suo principale creditore pretendeva 900,00€ al mese.

Quasi due terzi del suo stipendio.

Impossibile costruirsi una vita. Marco è stata l’ennesima vittima di un sistema che ti opprime oltre i limiti, senza guardare in faccia niente e nessuno.

Come Ivan, giovane imprenditore con origini padovane, a gennaio ha ereditato dal padre l’azienda di famiglia ma nel giro di pochi mesi la situazione è diventata per lui ingestibile.

Sulle spalle il peso di un’azienda in difficoltà, da gestire insieme al fratello. Ci hanno provato fino all’ultimo, ma ogni tentativo di recuperare la situazione economica è stato vano.

I soldi non bastano più per pagare il mutuo

È un lunedì mattina e viene fissato lo sfratto esecutivo dai locali.

In azienda Ivan ci è arrivato, ma ha deciso che non se ne sarebbe più andato.

É entrato all’alba nel capannone e al culmine della disperazione ha scelto di farla finita.
Di storie così ce ne sono a migliaia.

Dal 2009 i giornali sono diventati peggio di un bollettino di guerra. Approfondisci a questo articolo.

Ragazzi giovani, giovani imprenditori costretti a confrontarsi troppo presto con problemi più grandi di loro.

Cosa fare, a chi chiedere?

L’avvocato ti stacca una parcella dopo l’altra ma non fa altro che mandare la solita lettera ai creditori.

Inutile!

E i drammi si ripetono. Dovremo proteggere questi ragazzi, non rendergli la vita ancora più complicata.

Konstantyn Zavinosvky esca da una brutta situazione di debiti con la banca

Grazie all’intervento della Cappa & Associati è riuscito ad abbattere il suo debito di 78mila euro.

Ha risparmiato quasi il 60% sulla cifra che avrebbe dovuto dare alla banca per un mutuo non pagato ormai da anni e il peso della casa all’asta sulle spalle.

“Finita.

Dopo 10 anni di mutuo e di calvario, finalmente oggi sono libero dalla banca e posso proseguire il mio cammino nella vita senza dover più trascinare questo peso, frutto di errori e ignoranza del passato.

Questa pratica è partita a bomba, i ragazzi della Cappa & Associati hanno chiuso tutti i miei debiti in soli 20 giorni.
La pratica è stata per mesi in dirittura d’arrivo a causa di problemi su problemi dell’ultimo minuto, dovuti ora a una cosa ora a un’altra.

William ha fatto l’impossibile.

Nonostante tutti gli ostacoli è riuscito a far accettare alla banca per ben tre volte lo stesso importo!

Con tutti i rimandi che ci sono stati pensavo si sarebbero indispettiti e che avrebbero preteso ogni volta di più.

Anche l’ultimo giorno è andata proprio liscia con lo sciopero della mia banca, ma finalmente la pratica è arrivata a termine.
Mi sento libero come non mi ricordavo di essere mai stato prima.

Le ho provate tutte prima di rivolgermi alla Cappa & Associati.

Sono stato anche raggirato da SDL. La casa è stata chiusa a chiave per un anno. Avevo le agenzie immobiliari che mi inseguivano, ma io non mi fidavo di nessuno finché, grazie a un amico comune, ho conosciuto William.

Mi ha subito dato l’impressione di un professionista serio e competente, ma sai all’inizio è spesso così.

Uno pare essere serio, poi la serietà nel tempo svanisce.

L’ho visto succedere troppe volte in passato e per mesi sono stato diffidente. Ora mi sento anche in colpa per esserlo stato così a lungo.

Nei 7 mesi durante i quali William ha seguito la pratica non c’è MAI stato un momento di leggerezza, una parola non mantenuta, una falsa aspettativa creata, un qualcosa per scontato.

Ha salvato per ben 2 volte la situazione anche quando sembrava stesse per precipitare.

Credo che neanche gli impiegati della mia banca ci credessero più in alcuni momenti, io stesso per due volte in questi mesi mi ero quasi rassegnato all’idea che avrei continuato a portarmi dietro i problemi per chissà quanti altri anni, ma William ha sempre mantenuto la lucidità e il sangue freddo e ci ha spronati anche nei momenti di sfiducia generale.

Un altro al posto suo si sarebbe fermato a uno dei tanti ostacoli che ci sono stati.

 

Credo davvero che sia l’unica persona in Italia che mi poteva aiutare!

Quello che ha fatto non ha prezzo perché la serenità che ha dato a me e alla mia famiglia ha un valore incalcolabile!
Gli sono grato infinitamente per avermi tolto questo peso! L’Italia deve conoscere i propri eroi!”

Prendere un mutuo con la banca, quali rischi comporta?

La storia di Konstantyn inizia nel 2006 quando decide di aiutare sua madre a comprare casa.

Contrae un mutuo con la banca di 150mila euro, da ripagare in 30 anni con tasso variabile.

All’inizio era il padre di Konstantyn a pagare le rate del mutuo della prima casa, ma le cose cominciano subito a farsi difficili.

Per due anni le rate del mutuo non fanno che crescere. Il loro peso schiaccia sempre di più fino la sua famiglia, fino a che suo padre decide di smettere di pagarle.

Konstantyn si sente responsabile del suo debito e cerca il modo di ripagarlo. Fissa un appuntamento con la banca che gli propone di passare da tasso variabile a tasso fisso.

In cambio avrebbero abbassato le rate.

Konstantyn firma il nuovo contratto ma ovviamente ecco la beffa! Il mese successivo i tassi crollano.

Fino al 2012 è sempre suo padre a pagare ma per i motivi che puoi ben immaginare arriva al punto in cui non è più in grado di ripagarlo ed è il figlio a prendere in mano la situazione e pagare le rate.

É una situazione insopportabile e opprimente che Konstantyn avrebbe dovuto portarsi sulle spalle fino al 2036.

Con un mutuo ipotecario non pagato è facile pensare alle conseguenze

Inizia a cercare soluzioni alternative.

Trova una società che gli vende la speranza non solo di chiudere la sua situazione debitoria ma che avrebbero recuperato anche decine di migliaia di euro che aveva già versato.

Affascinato dalla promessa, paga 2.400,00 euro per la loro mediazione che per lui, all’epoca, erano uno sforzo enorme . Passano 4 mesi ma non succede niente.

Capisce che la presunta mediazione era una truffa, fatta sulle spalle di chi è già con l’acqua alla gola.

Risultato?

Konstantyn comincia a diffidare di qualunque tipo di consulente e, quando per la prima volta sente parlare della Cappa & Associati, inizialmente prova una più che comprensibile diffidenza.

A differenza di tutti quelli che gli avevano promesso sogni irrealizzabili, quello che ho fatto è stato semplicemente prendere in mano tutti gli incartamenti e analizzare minuziosamente la sua situazione per capire se ci fosse qualche spiraglio.

Solo dopo un’analisi dettagliatissima del suo caso gli ho detto che forse c’era la possibilità di fare qualcosa.

Non gli ho mai garantito nulla ma, come sempre, gli ho detto che mai la Cappa & Associati avrebbe preteso da lui anche un solo euro per gestire la sua pratica a differenza di tutti gli altri che cercavano di strappargli altri soldi.

Soluzione al pignoramento della casa

Risultato?

Abbiamo abbattuto il suo debito di ben 78mila euro, risparmiando quasi il 60% sulla cifra che avrebbe dovuto dare ai suoi creditori ed evitato che la sua casa venduta all’asta.

Dopo anni di pressioni e strozzinaggio delle banche Konstantyn era finalmente libero con una soluzione creata ad hoc per lui.

Questa mail della banca è stata la cosa più bella che lui abbia mai letto.

Dopo quante rate di mutuo non pagate scatta il pignoramento

Oggi Konstantyn ha un consiglio da darti.

“Se anche tu ti ritrovi per un motivo o per l’altro schiacciato dai debiti e non sai come uscirne, non ti fidare di chi specula sulle tue difficoltà e ti chiede di dargli soldi per consulenze e mediazioni che nel 99% dei casi risultano completamente inutili.

Non avere alcun timore nel metterti nelle mani della Cappa & Associati. Tratteranno la tua pratica con professionalità ed efficacia, senza mai chiederti un solo euro.”

Quello che ti separa dal risolvere tutti i tuoi debiti con la banca è un solo click

: quello che devi fare QUI per scaricare il report gratuito Basta Debito.

Alla fine del report che dovrai leggere con molta attenzione, ti spiegherò come intendo risolvere la tua situazione e come puoi contattarci.

Lo so che fino a oggi probabilmente non hai mai pensato che la tua situazione del mutuo non pagato potrebbe risolversi da un giorno all’altro, ma la storia di Konstantyn è l’ennesima testimonianza di cosa vuol dire avere a che fare con noi.

La sua storia, potrebbe essere presto la tua.

E senza che tu sia costretto a correre alcun rischio o sborsare alcuna somma.

Dopo quante rate di mutuo non pagate scatta il pignoramento

Non c’è una tempistica fissa.

Di solito dopo 6/8 rate del mutuo non pagate ti revocano il mutuo attraverso la decadenza del beneficio del termine.

Sai quando leggi in giro “mi hanno revocato il mutuo“? Significa questo!

Oggi i tribunali sono molto più veloci a processare le aste e le tempistiche dei pignoramenti della casa sono molto più frequenti rispetto ad anni fa.

Complice anche la possibilità di offrire subito il 25% in meno del prezzo di base asta.

Per cui se sono diversi mesi che non paghi il mutuo della casa e sei a rischio pignoramento, allora ti invito a contattarci qui.

Sono William Cappa lo specialista dello pignoramento della casa.

Se vuoi affidare i tuoi debiti ai più quotati esperti in Italia nel settore dello spignoramento, scarica subito il report Basta Debito scritto da William Cappa in persona e dopo averlo letto tutto contattaci per una consulenza gratuita.


Condividi e aiuta chi è in difficoltà

Iscriviti al canale YouTube

Testimonianze

Clicca qui e leggi le storie di eroi come te che hanno chiuso per sempre i loro debiti e che oggi vivono la vita che hanno sempre desiderato

Sfoglia per Categoria

Condividi e aiuta chi è in difficoltà

Nella guerra tra banche e imprenditori indebitati, la Cappa & Associati è la tua fortezza più sicura dove rifugiarti quando hai rate del mutuo non pagate e rischi il pignoramento della prima casa

Il compagno di sua madre lo ha convinto a figurare come titolare di un bar.

Marco aveva 19 anni.

Gli avevano spiegato che si trattava solo di “una formalità”. Di un modo per avere “benefici fiscali, senza rischi”.

L’attività è andata male.

E a casa di Marco sono cominciate ad arrivare per posta buste verdi.

Perché mi arrivano decreti ingiuntivi, avvisi di pignoramento, atti di precetto?

“Non sapevo nulla del bar, non capivo cosa mi stesse succedendo. Una cosa era chiara: avevo debiti per 110mila euro. E non avevo fatto nulla per meritarli.”

Per Marco è cominciato un incubo: prima il blocco della tessera bancomat, poi l’impossibilità di chiedere prestiti perché considerato a rischio dal sistema bancario perché cattivo pagatore date le segnalazioni in CRiF per le rate del mutuo non pagate.

A 19 anni, con una vita che doveva ancora iniziare a vivere, Marco era già morto finanziariamente.

Nessuna banca e nessun istituto di credito gli avrebbero mai concesso un mutuo per prendere la macchina, una moto, un appartamento.

Il suo principale creditore pretendeva 900,00€ al mese.

Quasi due terzi del suo stipendio.

Impossibile costruirsi una vita. Marco è stata l’ennesima vittima di un sistema che ti opprime oltre i limiti, senza guardare in faccia niente e nessuno.

Come Ivan, giovane imprenditore con origini padovane, a gennaio ha ereditato dal padre l’azienda di famiglia ma nel giro di pochi mesi la situazione è diventata per lui ingestibile.

Sulle spalle il peso di un’azienda in difficoltà, da gestire insieme al fratello. Ci hanno provato fino all’ultimo, ma ogni tentativo di recuperare la situazione economica è stato vano.

I soldi non bastano più per pagare il mutuo

È un lunedì mattina e viene fissato lo sfratto esecutivo dai locali.

In azienda Ivan ci è arrivato, ma ha deciso che non se ne sarebbe più andato.

É entrato all’alba nel capannone e al culmine della disperazione ha scelto di farla finita.
Di storie così ce ne sono a migliaia.

Dal 2009 i giornali sono diventati peggio di un bollettino di guerra. Approfondisci a questo articolo.

Ragazzi giovani, giovani imprenditori costretti a confrontarsi troppo presto con problemi più grandi di loro.

Cosa fare, a chi chiedere?

L’avvocato ti stacca una parcella dopo l’altra ma non fa altro che mandare la solita lettera ai creditori.

Inutile!

E i drammi si ripetono. Dovremo proteggere questi ragazzi, non rendergli la vita ancora più complicata.

Konstantyn Zavinosvky esca da una brutta situazione di debiti con la banca

Grazie all’intervento della Cappa & Associati è riuscito ad abbattere il suo debito di 78mila euro.

Ha risparmiato quasi il 60% sulla cifra che avrebbe dovuto dare alla banca per un mutuo non pagato ormai da anni e il peso della casa all’asta sulle spalle.

“Finita.

Dopo 10 anni di mutuo e di calvario, finalmente oggi sono libero dalla banca e posso proseguire il mio cammino nella vita senza dover più trascinare questo peso, frutto di errori e ignoranza del passato.

Questa pratica è partita a bomba, i ragazzi della Cappa & Associati hanno chiuso tutti i miei debiti in soli 20 giorni.
La pratica è stata per mesi in dirittura d’arrivo a causa di problemi su problemi dell’ultimo minuto, dovuti ora a una cosa ora a un’altra.

William ha fatto l’impossibile.

Nonostante tutti gli ostacoli è riuscito a far accettare alla banca per ben tre volte lo stesso importo!

Con tutti i rimandi che ci sono stati pensavo si sarebbero indispettiti e che avrebbero preteso ogni volta di più.

Anche l’ultimo giorno è andata proprio liscia con lo sciopero della mia banca, ma finalmente la pratica è arrivata a termine.
Mi sento libero come non mi ricordavo di essere mai stato prima.

Le ho provate tutte prima di rivolgermi alla Cappa & Associati.

Sono stato anche raggirato da SDL. La casa è stata chiusa a chiave per un anno. Avevo le agenzie immobiliari che mi inseguivano, ma io non mi fidavo di nessuno finché, grazie a un amico comune, ho conosciuto William.

Mi ha subito dato l’impressione di un professionista serio e competente, ma sai all’inizio è spesso così.

Uno pare essere serio, poi la serietà nel tempo svanisce.

L’ho visto succedere troppe volte in passato e per mesi sono stato diffidente. Ora mi sento anche in colpa per esserlo stato così a lungo.

Nei 7 mesi durante i quali William ha seguito la pratica non c’è MAI stato un momento di leggerezza, una parola non mantenuta, una falsa aspettativa creata, un qualcosa per scontato.

Ha salvato per ben 2 volte la situazione anche quando sembrava stesse per precipitare.

Credo che neanche gli impiegati della mia banca ci credessero più in alcuni momenti, io stesso per due volte in questi mesi mi ero quasi rassegnato all’idea che avrei continuato a portarmi dietro i problemi per chissà quanti altri anni, ma William ha sempre mantenuto la lucidità e il sangue freddo e ci ha spronati anche nei momenti di sfiducia generale.

Un altro al posto suo si sarebbe fermato a uno dei tanti ostacoli che ci sono stati.

 

Credo davvero che sia l’unica persona in Italia che mi poteva aiutare!

Quello che ha fatto non ha prezzo perché la serenità che ha dato a me e alla mia famiglia ha un valore incalcolabile!
Gli sono grato infinitamente per avermi tolto questo peso! L’Italia deve conoscere i propri eroi!”

Prendere un mutuo con la banca, quali rischi comporta?

La storia di Konstantyn inizia nel 2006 quando decide di aiutare sua madre a comprare casa.

Contrae un mutuo con la banca di 150mila euro, da ripagare in 30 anni con tasso variabile.

All’inizio era il padre di Konstantyn a pagare le rate del mutuo della prima casa, ma le cose cominciano subito a farsi difficili.

Per due anni le rate del mutuo non fanno che crescere. Il loro peso schiaccia sempre di più fino la sua famiglia, fino a che suo padre decide di smettere di pagarle.

Konstantyn si sente responsabile del suo debito e cerca il modo di ripagarlo. Fissa un appuntamento con la banca che gli propone di passare da tasso variabile a tasso fisso.

In cambio avrebbero abbassato le rate.

Konstantyn firma il nuovo contratto ma ovviamente ecco la beffa! Il mese successivo i tassi crollano.

Fino al 2012 è sempre suo padre a pagare ma per i motivi che puoi ben immaginare arriva al punto in cui non è più in grado di ripagarlo ed è il figlio a prendere in mano la situazione e pagare le rate.

É una situazione insopportabile e opprimente che Konstantyn avrebbe dovuto portarsi sulle spalle fino al 2036.

Con un mutuo ipotecario non pagato è facile pensare alle conseguenze

Inizia a cercare soluzioni alternative.

Trova una società che gli vende la speranza non solo di chiudere la sua situazione debitoria ma che avrebbero recuperato anche decine di migliaia di euro che aveva già versato.

Affascinato dalla promessa, paga 2.400,00 euro per la loro mediazione che per lui, all’epoca, erano uno sforzo enorme . Passano 4 mesi ma non succede niente.

Capisce che la presunta mediazione era una truffa, fatta sulle spalle di chi è già con l’acqua alla gola.

Risultato?

Konstantyn comincia a diffidare di qualunque tipo di consulente e, quando per la prima volta sente parlare della Cappa & Associati, inizialmente prova una più che comprensibile diffidenza.

A differenza di tutti quelli che gli avevano promesso sogni irrealizzabili, quello che ho fatto è stato semplicemente prendere in mano tutti gli incartamenti e analizzare minuziosamente la sua situazione per capire se ci fosse qualche spiraglio.

Solo dopo un’analisi dettagliatissima del suo caso gli ho detto che forse c’era la possibilità di fare qualcosa.

Non gli ho mai garantito nulla ma, come sempre, gli ho detto che mai la Cappa & Associati avrebbe preteso da lui anche un solo euro per gestire la sua pratica a differenza di tutti gli altri che cercavano di strappargli altri soldi.

Soluzione al pignoramento della casa

Risultato?

Abbiamo abbattuto il suo debito di ben 78mila euro, risparmiando quasi il 60% sulla cifra che avrebbe dovuto dare ai suoi creditori ed evitato che la sua casa venduta all’asta.

Dopo anni di pressioni e strozzinaggio delle banche Konstantyn era finalmente libero con una soluzione creata ad hoc per lui.

Questa mail della banca è stata la cosa più bella che lui abbia mai letto.

Dopo quante rate di mutuo non pagate scatta il pignoramento

Oggi Konstantyn ha un consiglio da darti.

“Se anche tu ti ritrovi per un motivo o per l’altro schiacciato dai debiti e non sai come uscirne, non ti fidare di chi specula sulle tue difficoltà e ti chiede di dargli soldi per consulenze e mediazioni che nel 99% dei casi risultano completamente inutili.

Non avere alcun timore nel metterti nelle mani della Cappa & Associati. Tratteranno la tua pratica con professionalità ed efficacia, senza mai chiederti un solo euro.”

Quello che ti separa dal risolvere tutti i tuoi debiti con la banca è un solo click

: quello che devi fare QUI per scaricare il report gratuito Basta Debito.

Alla fine del report che dovrai leggere con molta attenzione, ti spiegherò come intendo risolvere la tua situazione e come puoi contattarci.

Lo so che fino a oggi probabilmente non hai mai pensato che la tua situazione del mutuo non pagato potrebbe risolversi da un giorno all’altro, ma la storia di Konstantyn è l’ennesima testimonianza di cosa vuol dire avere a che fare con noi.

La sua storia, potrebbe essere presto la tua.

E senza che tu sia costretto a correre alcun rischio o sborsare alcuna somma.

Dopo quante rate di mutuo non pagate scatta il pignoramento

Non c’è una tempistica fissa.

Di solito dopo 6/8 rate del mutuo non pagate ti revocano il mutuo attraverso la decadenza del beneficio del termine.

Sai quando leggi in giro “mi hanno revocato il mutuo“? Significa questo!

Oggi i tribunali sono molto più veloci a processare le aste e le tempistiche dei pignoramenti della casa sono molto più frequenti rispetto ad anni fa.

Complice anche la possibilità di offrire subito il 25% in meno del prezzo di base asta.

Per cui se sono diversi mesi che non paghi il mutuo della casa e sei a rischio pignoramento, allora ti invito a contattarci qui.

Sono William Cappa lo specialista dello pignoramento della casa.

Se vuoi affidare i tuoi debiti ai più quotati esperti in Italia nel settore dello spignoramento, scarica subito il report Basta Debito scritto da William Cappa in persona e dopo averlo letto tutto contattaci per una consulenza gratuita.


Condividi e aiuta chi è in difficoltà
Menu