Mi Hanno Venduto la Casa all’Asta!

Condividi e aiuta chi è in difficoltà

Purtroppo, a una delle tante famiglie che ci contattano in questo periodo, hanno venduto la casa all’asta. Leggi cosa è successo…

Sfortunatamente i clienti si sono rivolti a noi in ritardo, dopo che le avevano provate tutte con il loro avvocato, ma nulla è valsa l’opposizione al precetto e al pignoramento.

Hanno solo inciso economicamente sulla famiglia senza risolvere il problema…

Come ha fatto Laura a ritrovarsi la casa venduta all’asta?

Quando Laura ci ha contattati perché non aveva pagato le rate del mutuo alla banca, la loro casa era già pignorata, anzi era al quarto esperimento d’asta ad un prezzo di cinquanta mila euro, su un valore d’immobile di circa centosessantamila euro.

A forza dei vari ribassi, l’immobile si è svalutato di parecchio diventando appetibile per i vari investitori che girano intorno al mondo delle aste.

Cinquantamila euro fanno gola, mettici un diecimila/quindicimila euro per risistemarla un po, mettila in vendita a centodiecimila euro e l’affare è fatto.

Chi compra fa un affare. Un acquisto a sconto di circa il trenta percento sul valore originale.
Chi vende, guadagna il doppio sull’investimento. Fallo diverse volte l’anno e vivi abbastanza bene.

E in fatti, pochi giorni dopo la nostra chiamata, la casa è stata venduta all’asta.

Laura, rassicurata dal proprio legale che alternava la pacca sulla spalla con una ricevuta da cento euro, è finita in un tunnel dal quale non è più riuscita ad uscirne.

La parte emozionale è molto forte, in questi casi, supera anche la parte razionale perché entra in gioco la speranza.
Ma si sa, chi visse sperando…

Metti sempre sul piatto le cose certe e mai le cose che forse potrebbero succedere.
I fatti non si discutono e noi di statistiche e esperienze passate ne abbiamo a palate.

Colpa anche un po sua, ha sempre pensato che nessuno avrebbe comprato la casa venduta all’asta perché c’era una famiglia dentro con dei figli minori, tanti “perché” spazzati via dai fatti.

Un minore o un invalido, non cambiano le sorti del pignoramento, in quanto si tratta di esproprio e non di sfratto.
Quindi, passando la proprietà ad un’altra persona, tu diventi abusivo all’interno dell’immobile perché non hai un contratto valido per starci dentro.

Il consiglio è di uscire con le buone, se interviene la forza pubblica ti sbattono fuori senza neanche darti il tempo di fare i bagagli e portarti via i mobili.

Cosa succede quando viene venduta la casa all’asta.

In Pratica:
L’esecutato a cui viene venduta la casa, deve lasciare liberi i locali nel momento stesso che, il nuovo proprietario (aggiudicatario d’asta), ottiene dal giudice il decreto di trasferimento dell’immobile.

Se lo sgombero dell’abitazione non avviene spontaneamente, il vecchio proprietario (ex esecutato) può essere costretto con la forza a lasciare liberi i locali tramite l’intervento dell’ufficiale giudiziario.
Questo può avvenire nell’arco di 4/5 mesi al massimo.

Quando l’abbiamo incontrata, eravamo stati chiari fin da subito e avevamo detto a Laura che non vi erano assolutamente possibilità per risolvere.
C’era davvero poco tempo per agire e non c’erano i tempi tecnici per parlare con la banca.

La sua famiglia è distrutta, non sanno dove andare.

Ma la situazione peggiore è che Laura ha un piccolo laboratorio in casa, dove ci lavora e non può permettersi di traslocarlo perché non ha dove mettere le attrezzature e se dovesse interrompere la produzione, perderebbe anche i clienti che, a loro volta, non possono fermarsi nemmeno un giorno.

Casa venduta all’asta. Esiste una soluzione?

Voglio postarti le parole di Laura in modo che ti siano d’aiuto per prendere la decisione giusta.

“Quello che mi è successo ha dell’incredibile. Quando mi avete detto che avrei potuto vendere la casa, anche se pignorata, mi sono cascate le braccia, il mio legale ha sempre detto che non c’era nulla da fare, di accettare la realtà. Dopo avergli dato tanti soldi per delle lettere inutili, ha avuto il coraggio di dire che aveva fatto tutto il possibile e, detto tra noi, la cosa migliore che ha saputo fare è stata di trovare un accordo di saldo a stralcio con la banca di centomila euro.”

Sappiate che il residuo di mutuo era di centoquindici, gran bell’accordo di stralcio!

“Vorrei che altre persone riuscissero a risolvere prima di ritrovarsi in questa bruttissima situazione. Meglio liberarsi di un debito e ricominciare.”

Non credo servano altre parole per descrivere ciò che Laura sta passando.

Evitati il peggio, se rischi il pignoramento, contattaci che parliamo.

Sono William Cappa lo specialista dello pignoramento della casa.

Se vuoi affidare i tuoi debiti ai più quotati esperti in Italia nel settore dello spignoramento, scarica subito il report Basta Debito scritto da William Cappa in persona e dopo averlo letto tutto contattaci per una consulenza gratuita.


Condividi e aiuta chi è in difficoltà

Iscriviti al canale YouTube

Testimonianze

Clicca qui e leggi le storie di eroi come te che hanno chiuso per sempre i loro debiti e che oggi vivono la vita che hanno sempre desiderato

Sfoglia per Categoria

Condividi e aiuta chi è in difficoltà

Purtroppo, a una delle tante famiglie che ci contattano in questo periodo, hanno venduto la casa all’asta. Leggi cosa è successo…

Sfortunatamente i clienti si sono rivolti a noi in ritardo, dopo che le avevano provate tutte con il loro avvocato, ma nulla è valsa l’opposizione al precetto e al pignoramento.

Hanno solo inciso economicamente sulla famiglia senza risolvere il problema…

Come ha fatto Laura a ritrovarsi la casa venduta all’asta?

Quando Laura ci ha contattati perché non aveva pagato le rate del mutuo alla banca, la loro casa era già pignorata, anzi era al quarto esperimento d’asta ad un prezzo di cinquanta mila euro, su un valore d’immobile di circa centosessantamila euro.

A forza dei vari ribassi, l’immobile si è svalutato di parecchio diventando appetibile per i vari investitori che girano intorno al mondo delle aste.

Cinquantamila euro fanno gola, mettici un diecimila/quindicimila euro per risistemarla un po, mettila in vendita a centodiecimila euro e l’affare è fatto.

Chi compra fa un affare. Un acquisto a sconto di circa il trenta percento sul valore originale.
Chi vende, guadagna il doppio sull’investimento. Fallo diverse volte l’anno e vivi abbastanza bene.

E in fatti, pochi giorni dopo la nostra chiamata, la casa è stata venduta all’asta.

Laura, rassicurata dal proprio legale che alternava la pacca sulla spalla con una ricevuta da cento euro, è finita in un tunnel dal quale non è più riuscita ad uscirne.

La parte emozionale è molto forte, in questi casi, supera anche la parte razionale perché entra in gioco la speranza.
Ma si sa, chi visse sperando…

Metti sempre sul piatto le cose certe e mai le cose che forse potrebbero succedere.
I fatti non si discutono e noi di statistiche e esperienze passate ne abbiamo a palate.

Colpa anche un po sua, ha sempre pensato che nessuno avrebbe comprato la casa venduta all’asta perché c’era una famiglia dentro con dei figli minori, tanti “perché” spazzati via dai fatti.

Un minore o un invalido, non cambiano le sorti del pignoramento, in quanto si tratta di esproprio e non di sfratto.
Quindi, passando la proprietà ad un’altra persona, tu diventi abusivo all’interno dell’immobile perché non hai un contratto valido per starci dentro.

Il consiglio è di uscire con le buone, se interviene la forza pubblica ti sbattono fuori senza neanche darti il tempo di fare i bagagli e portarti via i mobili.

Cosa succede quando viene venduta la casa all’asta.

In Pratica:
L’esecutato a cui viene venduta la casa, deve lasciare liberi i locali nel momento stesso che, il nuovo proprietario (aggiudicatario d’asta), ottiene dal giudice il decreto di trasferimento dell’immobile.

Se lo sgombero dell’abitazione non avviene spontaneamente, il vecchio proprietario (ex esecutato) può essere costretto con la forza a lasciare liberi i locali tramite l’intervento dell’ufficiale giudiziario.
Questo può avvenire nell’arco di 4/5 mesi al massimo.

Quando l’abbiamo incontrata, eravamo stati chiari fin da subito e avevamo detto a Laura che non vi erano assolutamente possibilità per risolvere.
C’era davvero poco tempo per agire e non c’erano i tempi tecnici per parlare con la banca.

La sua famiglia è distrutta, non sanno dove andare.

Ma la situazione peggiore è che Laura ha un piccolo laboratorio in casa, dove ci lavora e non può permettersi di traslocarlo perché non ha dove mettere le attrezzature e se dovesse interrompere la produzione, perderebbe anche i clienti che, a loro volta, non possono fermarsi nemmeno un giorno.

Casa venduta all’asta. Esiste una soluzione?

Voglio postarti le parole di Laura in modo che ti siano d’aiuto per prendere la decisione giusta.

“Quello che mi è successo ha dell’incredibile. Quando mi avete detto che avrei potuto vendere la casa, anche se pignorata, mi sono cascate le braccia, il mio legale ha sempre detto che non c’era nulla da fare, di accettare la realtà. Dopo avergli dato tanti soldi per delle lettere inutili, ha avuto il coraggio di dire che aveva fatto tutto il possibile e, detto tra noi, la cosa migliore che ha saputo fare è stata di trovare un accordo di saldo a stralcio con la banca di centomila euro.”

Sappiate che il residuo di mutuo era di centoquindici, gran bell’accordo di stralcio!

“Vorrei che altre persone riuscissero a risolvere prima di ritrovarsi in questa bruttissima situazione. Meglio liberarsi di un debito e ricominciare.”

Non credo servano altre parole per descrivere ciò che Laura sta passando.

Evitati il peggio, se rischi il pignoramento, contattaci che parliamo.

Sono William Cappa lo specialista dello pignoramento della casa.

Se vuoi affidare i tuoi debiti ai più quotati esperti in Italia nel settore dello spignoramento, scarica subito il report Basta Debito scritto da William Cappa in persona e dopo averlo letto tutto contattaci per una consulenza gratuita.


Condividi e aiuta chi è in difficoltà
Menu